CADEMA
                        FREDDO         CALDO     CLIMA

                                                                                        Aurelio

 

 

I Pannelli solari

 

I pannelli solari sono studiati per catturare e assorbire le radiazioni solari cariche di energia e calore. Un pannello solare, chiamato anche collettore, è un generatore di calore ed è formato da una superficie captante nera, detta assorbitore, a cui è accoppiato un fascio tubiero (collettore), contenente un fluido detto termovettore. Questo blocco è racchiuso in un contenitore formato da una struttura di contenimento di fondo a vaschetta, contenente del materiale isolante, ( lana di vetro, lana di roccia, poliuretano, etc.), da una superficie trasparente, (vetro, plexiglas, policarbonato, etc.) e da una cornice di chiusura. La superficie captante, assorbendo il contenuto calorico dei raggi solari si riscalda, cedendo così il calore al collettore in cui è contenuto il liquido termovettore che serve da mezzo di trasporto del calore captato. Per diminuire la dispersione del calore assorbito nell'ambiente circostante, l'involucro esterno e studiato per creare un piccolo effetto serra con la copertura rasparente e l'isolamento termico sul fondo.
Distinguiamo principalmente quattro tipi di pannelli solari:
i pannelli solari scoperti, ad utilizzo solo estivo, formati da tubi in plastica nera, (polietilene) che servono per riscaldare le piscine scoperte o le docce al mare
pannelli solari vetrati non selettivi, per impianti ad utilizzo annuale
i pannelli solari vetrati selettivi ai raggi infrarossi che hanno una maggiore resa rispetto ai non selettivi, poiché riescono ad assorbire meglio ai raggi infrarossi che filtrano anche in presenza di nuvole
i pannelli solari a tubi evacuati (sottovuoto) che hanno la maggiore resa, poiché hanno bassissime dispersioni termiche di calore.



Le applicazioni più convenienti 

 

I migliori risultati si ottengono per la produzione di acqua calda ad uso sanitario, sono molto indicati per il riscaldamento delle piscine ed in alcuni casi possono integrare anche l'impianto di riscaldamento.
Per installare un impianto solare si deve scegliere la posizione più adatta per avere il miglior funzionamento nell'arco dell'anno e contestualmente la migliore posizione a salvaguardia dell'estetica. È possibile installarlo su di un tetto, in giardino, in terrazzo o dovunque sia possibile, in posizione tale da essere sempre battuto dal sole durante tutto l'arco dell'anno. Per i sistemi che si installano sui tetti, la posizione più indicata è un tetto inclinato in direzione sud. È accettata una tolleranza di 45° verso sud - est e 45° verso sud - ovest. In casi dove i tetti sono esposti ad Est o ad Ovest la resa dell'impianto solare è limitata al solo periodo Primavera/autunno. Questo è dovuto al fatto che il sole durante la stagione invernale ruota più basso all'orizzonte rispetto alla stagione estiva, quindi i raggi arrivano inclinati ed è necessario porre i pannelli in posizione inclinata. L'inclinazione dei pannelli è funzione dell'utilizzo dell'impianto nell'arco dell'anno. Ad esempio se l'impianto viene utilizzato tutto l'anno i pannelli solari saranno posti con inclinazione uguale alla latitudine, con una tolleranza di + o - 10° a seconda se si sceglie di ottenere maggiore produzione nei mesi caldi o in quelli freddi. Se si deve riscaldare una piscina scoperta i pannelli andranno posti quasi in piano (10° - 25 ° inclinati ) in modo da sfruttare meglio il sole che in estate è perpendicolare rispetto al terreno. Invece se si deve integrare il riscaldamento ambiente i pannelli vanno posti quasi in perpendicolare, perché il sole in inverno ruota più radente all'orizzonte.
I migliori risultati si ottengono per la produzione di acqua calda ad uso sanitario, sono molto indicati per il riscaldamento delle piscine ed in alcuni casi possono integrare anche l'impianto di riscaldamento.
Per installare un impianto solare si deve scegliere la posizione più adatta per avere il miglior funzionamento nell'arco dell'anno e contestualmente la migliore posizione a salvaguardia dell'estetica. È possibile installarlo su di un tetto, in giardino, in terrazzo o dovunque sia possibile, in posizione tale da essere sempre battuto dal sole durante tutto l'arco dell'anno. Per i sistemi che si installano sui tetti, la posizione più indicata è un tetto inclinato in direzione sud. È accettata una tolleranza di 45° verso sud - est e 45° verso sud - ovest. In casi dove i tetti sono esposti ad Est o ad Ovest la resa dell'impianto solare è limitata al solo periodo Primavera/autunno. Questo è dovuto al fatto che il sole durante la stagione invernale ruota più basso all'orizzonte rispetto alla stagione estiva, quindi i raggi arrivano inclinati ed è necessario porre i pannelli in posizione inclinata. L'inclinazione dei pannelli è funzione dell'utilizzo dell'impianto nell'arco dell'anno. Ad esempio se l'impianto viene utilizzato tutto l'anno i pannelli solari saranno posti con inclinazione uguale alla latitudine, con una tolleranza di + o - 10° a seconda se si sceglie di ottenere maggiore produzione nei mesi caldi o in quelli freddi. Se si deve riscaldare una piscina scoperta i pannelli andranno posti quasi in piano (10° - 25 ° inclinati ) in modo da sfruttare meglio il sole che in estate è perpendicolare rispetto al terreno. Invece se si deve integrare il riscaldamento ambiente i pannelli vanno posti quasi in perpendicolare, perché il sole in inverno ruota più radente all'orizzonte.

 

Questa pagina è stata aggiornata il 09/08/05 .

Risoluzione consigliata 800x600

 
                                 INDIETRO